Come trapiantare pomodori

Come trapiantare le piante di pomodoro nel giardino

I pomodori sono oggi uno degli ortaggi tipici del mediterraneo. E’ possibile coltivarli nell’orto oppure direttamente in vaso per poi essere trapiantati nel terreno.

La terra: Le piante di pomodoro preferiscono terre concimate, sopratutto ben scaldati dal sole.

Clima: la temperatura migliore per la crescita del pomodo si aggira intorno ai 20/25 gradi

Altezza della pianta: l’altezza ottimale della pianta è di 15-20 cm.

Come annaffiare: tracciare un solco tra le piante dove far scorrere l’acqua cercando di mantenere il terreno sempre umido.

Trapianto:in serra dal mese di febbraio, in pieno campo da fine marzo. Il trapianto va effettuato in giornate possibilmente nuvolose, meglio di sera, lasciando una distanza di circa 40 centimetri tra una pianta e l’altra. Interrare la piantina fino all’altezza della prima foglia.

Consociazione: il pomodoro gradisce la presenza di carote, ravanelli, spinaci e lattughe.

Manutenzione:mantenere costantemente pulite da erbe infestanti le zone in prossimità delle piante. Quando la pianta è alta circa 40 cm. mettere i sostegni e ancorare la pianta a questi. E’ buona consuetudine sfoltire i getti ascellari e rincalzare le piantine con poca terra.

La raccolta del pomodoro si esegue in estate quando il caldo favorisce la giusta maturazione, Malgrado tutto quasi sempre, la raccolta si allunga fino in autunno, a patto che il clima continui a restare tiepido .

prima di trapiantare però, cerchiamo di comprendere alcuni principi basilari.

Cosa serve?

Il terreno deve aver fatto la preparazione . Questa operazione è molto importante prima di passare al trapianto.

Rastrella il terreno e dopo che lo avrai concimato puoi infine trapiantare. Le piantine andranno trapiantate lasciando una distanza di 30 centimetri circa tra loro, invece le file dovranno distanziarsi di almeno 60 centimetri.

Nell’area in cui dovrai trapiantare le piantine devi praticare dei buchi con un semplice coltello e poi potrai annaffiare l’area prima di inserire la pianta stessa.

Essendo il pomodoro una pianta rampicante, dovrai provvedere ad impiantare dei sostegni al fine di contenere le piante ben radicate nel terreno. Per questo scopo puoi utilizzare appositi legacci che trovi nei consorzi.

Piante di pomodoro: i sementi

Se stai partendo dalle sementi, puoi sfruttare dei classici vasi che userai come semenzai dove le piantine inizieranno il loro ciclo di vita, in seguito passerai al trapianto nel giardino. Esistono tuttavia le piantine già pronte da comprare nei consorzi agrari cosi’ che potrai trapiantarle direttamente nel terreno. Ricorda che le piantine dovranno raggiungere l’altezza di 15 centimetri prima di trapiantarle. Onde evitare repentine gelate, attendi la fine di aprile per la messa a dimora nel terreno.

Ultimo requisito da rispettare ma non per questo meno importante è la luce. I pomodori come molti altri ortaggi, gradiscono l’esposizione al sole, quindi accertati di non avere aree ombrose. La raccolta del pomodoro mediamente è di 6 chili circa per m2 usato. Adesso raccogli tutto e apparecchiare la tavola condendo buonissime insalate!

Se cerchi altre guide sul giardinaggio puoi vedere il blog Endrena

Commenta

Commenti chiusi