Come funziona l’antifurto wireless

La prima domanda che viene in mente prima di comprare un allarme, spesso riguarda la sicurezza che può offrire e quale sia il migliore sul mercato.

Chiunque sa che a causa dei continui aumenti di furti in casa molte persone provvedono come meglio possono e spesso la scelta è rappresentata proprio da un buon antifurto Purtroppo oggi bisogna prendere nota del fatto che i furti sono in crescita continua e questo potrebbe essere il motivo principale che induce a mettere in sicurezza le proprie abitazioni proprio tramite l’antifurto.

Non esiste un antifurto migliore in assoluto, esistono degli ottimi antifurto con diverse funzionalità avanzate e con la possibilità di funzionare in modalità wireless.

Se vuoi aumentare la sicurezza del tuo appartamento hai bisogno di comprendere come funziona l’antifurto e come funziona la modalità wireless.

Grazie al progresso tecnologico oggi possiamo utilizzare una nuova generazione di allarme casa: gli antifurto wireless.

L’antifurto wireless è composto da vari elementi che riescono a trasmettere tra di loro mediante segnali radio.

Nessun filo, nessun cavo, semplicemente trasmissioni radio con diverse frequenze al fine di evitare possibili manomissioni.

La centralina è il pezzo più importante dell’allarme wireless ed è quella che da il comando di attivre le sirene in caso di furto e può comporre automaticamente il numero di telefono delle forze dell’ordine.

Elementi principali dell’allarme wireless:

    • centralina: l’elemento principale del sistema

 

    • Sensori (rilevatori): danno l’input alla centralina

 

    • sirene: emettono segnali che possono essere di varia natura (luci e suoni) e devono essere necessariamente anti-manomissione

 

    • contatti per porte e finestre (non tutti i kit lo prevedono): degli ulteriori sensori da posizionare, appunto, su porte e finestre

 

Antifurto casa wireless: come riconoscerne uno buono

Un buon antifurto casa wireless è necessario che sia:

    • a doppia frequenza: fornito di un doppio passaggio dati così che, in caso di disturbi su una linea, ce ne sia sempre una perfettamente funzionante

 

    • deve avere la codifica criptata del segnale per evitare che altri elementi interferiscano nella trasmissione dati tra i componenti dell’antifurto

 

    • in grado di prevenire la saturazione della frequenza e il jamming

 

  • fornito di sirene con un sistema anti strappo, anti perforazione, anti schiuma e anti apertura a garanzia del corretto funzionamento dell’allarme

 

Se si dispone già di tutti i componenti dell’antifurto wireless, è possibile acquistare soltanto la centrale. La centralina può avere prezzi differenti a seconda del produttore e delle funzioni che offre.

E’ preferibile acquistare un buon kit antifurto senza fili onde evitare problemi di compatibilità con gli altri elementi e per godere appieno della garanzia.

Infine sappiamo anche per il 2017 è stata confermata la detrazione fiscale al 50% per l’acquisto di impianti allarme casa con una spesa massima di 96mila euro.

Quando si parla di allarme casa, una delle migliori aziende del settore è senza dubbio sicurezzapoint.it.

Sicurezzapoint conta oltre 2mila kit acquistati, una folta presenza nel territorio italiano di installatori e aderisce alla formula della detrazione fiscale per l’acquisto di un antifurto.

Sicurezzapoint è stata la prima azienda italiana che ha realizzato app per tablet e smartphone che ti permettono di controllare il tuo antifurto direttamente dal tuo telefonino, funzione davvero importante da prendere in considerazione. Questo giustifica anche il susseguirsi di opinioni e recensioni positive reali che trovi in giro per il web.

 

Quando si decide di acquistare un allarme casa con funzionalità wireless è opportuno valutare tutti gli aspetti principali e, grazie a questa guida, speriamo di avervi dato tutte le informazioni fondamentali per fare un buon acquisto.

Commenta

Commenti chiusi